Coppa del Mondo Speed

Nello Speed Climbing è solo la velocità a contare, chi supererà nel minor tempo i 15 metri in leggero strapiombo della parete omologata dall’IFSC vincerà la Coppa del Mondo./blockquote]

Lo Speed Climbing moderno è nato proprio ad Arco, nel 2005 quando la Federazione Internazionale decise di adottare questa formula di gara per lo Speed e la parete del Climbing Stadium divenne il riferimento internazionale.

Nelle qualificazioni gli atleti corrono solo contro il tempo per guadagnarsi l’accesso ai sedici posti dei turni di finale. Nei turni successivi si affrontano in una successione di testa a testa su due itinerari eguali e paralleli con eliminazione diretta.

Parete ed itinerario nella prova speed sono gli stessi in tutte le prove riconosciute dall’IFSC, così da poter confrontare i risultati e stabilire il record del mondo.

Attualmente i record assoluti appartengono all’atleta Ukraino Danyl Boldirev 5″60 e all’atleta Russa Iuliia Kaplina con 7″53.

Per anni appannaggio degli atleti dell’est Europa e della Cina lo Speed vede ora salire alla ribalta anche atleti di altri paesi e l’Italia può schierare una forte squadra, capitanata da Leonardo Gontero e Alessandro Santoni che proprio ad Arco hanno saputo dare il meglio conquistando oro e bronzo.

quando: qualificazioni 25 agosto 2017 – semifinali e finali 26 agosto 2017

Per la registrazione degli atleti, recarsi alla pagina sul sito di IFSC.